Blog

Recensione al saggio di Stefano Bottoni “Orbán – Un despota in Europa” (Salerno Editrice, 2019)

In questo saggio di analisi e commento della figura dell’attuale Primo Ministro ungherese Viktor Orbán, Stefano Bottoni, docente di Storia dell’Europa Orientale presso l’Università di Firenze, ripercorre la sua storia umana e politica, dalla nascita sino ai nostri giorni. Bottoni mostra con grande efficacia come Orbán, “figlio del socialismo”, approdi con il passare del tempo … Leggi tutto Recensione al saggio di Stefano Bottoni “Orbán – Un despota in Europa” (Salerno Editrice, 2019)

La Guerra dei Sei Giorni nelle memorie della società israeliana

Con l’ultimo appuntamento di due settimane fa ci siamo lasciati con la fine della Guerra Dei Sei Giorni e con la trasformazione d’Israele in potenza occupante il cui destino appariva ormai legato a quello dei territori occupati, West Bank primo fra tutti. Proprio in virtù di questo stretto legame e anche in virtù del recentissimo … Leggi tutto La Guerra dei Sei Giorni nelle memorie della società israeliana

L’alba di una nuova epoca: la Guerra dei Sei Giorni

Prima dello scoppio delle ostilità, nei concitati momenti analizzati negli articoli precedenti, le forze arabe avevano frettolosamente messo a punto un piano che vedeva come obbiettivo principale l’incontro fra i vari eserciti arabi nel territorio nemico al fine di tagliarlo a metà e successivamente spingere gli israeliani nel mare. Quest’ultimi cercarono invece di impedire tale … Leggi tutto L’alba di una nuova epoca: la Guerra dei Sei Giorni

RECENSIONE AL SAGGIO DI CARL SCHMITT “TERRA E MARE” (ADELPHI)

Siamo nel 1942, in piena seconda guerra mondiale, quando il noto giurista e politologo tedesco Carl Schmitt scrive il saggio “Terra e mare”, in forma di racconto, dedicandolo alla figlia Anima.L’assunto principale della sua opera – la quale rappresenta una sorta di unicum, poiché si discosta quasi totalmente da tutti i suoi altri trattati che … Leggi tutto RECENSIONE AL SAGGIO DI CARL SCHMITT “TERRA E MARE” (ADELPHI)

Come scoppia una guerra: il confronto del giugno 1967

L’Incidente di Samu, con tutte le inefficienze dimostrate e con gli evidenti segnali di debolezza e divisione nel fronte arabo, aveva lanciato un forte allarme a tutti gli attori in campo: lo scoppio di una guerra era imminente. Nei mesi successivi la situazione si deteriorò molto velocemente scatenando una serie di piccoli scontri armati e … Leggi tutto Come scoppia una guerra: il confronto del giugno 1967

Il primo campanello d’allarme: l’incidente di Samu

Per questa mini serie di articoli dedicati alla Guerra dei Sei Giorni inizieremo da un evento quasi sconosciuto ma di grande importanza nel contesto del conflitto arabo-israeliano: l’Incidente di Samu del 13 novembre 1966. Fin dalla fine degli anni ’40 i palestinesi furono uno dei principali motivi di attrito tra Giordania, Israele e i paesi … Leggi tutto Il primo campanello d’allarme: l’incidente di Samu

Recensione al saggio “In lode della Guerra fredda – una controstoria” (Longanesi, 2015) di Sergio Romano

“La fine della Guerra fredda liberava i popoli dell’Europa centrorientale dal giogo sovietico e tutti noi, in Europa occidentale, dall’incubo di una guerra nucleare. Sapevamo che il crollo del comunismo avrebbe provocato alcune crisi di assestamento, ma eravamo convinti che la libertà avrebbe garantito la pace europea. Non ci rendemmo conto, tuttavia, che l’Europa, nel … Leggi tutto Recensione al saggio “In lode della Guerra fredda – una controstoria” (Longanesi, 2015) di Sergio Romano

Turchia e Israele: l’inverno delle relazioni fra due dei più importanti paesi del Medio Oriente

Il 28 marzo del 1949 Israele ottenne il riconoscimento da parte di un paese molto importante, composto da una popolazione in maggioranza musulmana. Quel paese era la Turchia, primo nella regione mediorientale a riconoscere il neonato stato ebraico. Negli anni seguenti le relazioni fra i due paesi furono tutto sommato tiepide ma comunque costanti, tant’è … Leggi tutto Turchia e Israele: l’inverno delle relazioni fra due dei più importanti paesi del Medio Oriente

La Battaglia di Otranto. Sogno espansionistico nel sud Italia per gli ottomani, campanello d’allarme per gli stati della Penisola.

Quadro raffigurante la decapitazione degli 813 otrantini nella Chiesa di Santa Caterina a Formiello, Napoli Nel nostro quinto appuntamento facciamo un salto nel passato di oltre cinquecento anni parlando della Battaglia di Otranto del 1480, celebre tentativo di invasione dell’Italia da parte dell’Impero Ottomano. Partiamo subito dagli avvenimenti di quei giorni di metà estate del … Leggi tutto La Battaglia di Otranto. Sogno espansionistico nel sud Italia per gli ottomani, campanello d’allarme per gli stati della Penisola.